Su richiesta
La Cascata delle Marmore, la seconda più alta d'Europa su un dislivello di 165 m, è stata creata artificialmente dai Romani nel III secolo a.C. per risolvere il problema delle inondazioni nella valle. A creare questo incredibile spettacolo è il salto del fiume Velino sul fiume Nera, che scorre nella bassa valle. La cascata è stata descritta da scrittori e poeti come Byron e Goethe, impegnati nel Grand Tour, il romantico itinerario del XIX secolo che toccava i luoghi più belli d'Italia. Oggi, la cascata si può visitare all'interno di un Parco Naturalistico che dispone di percorsi e sentieri lungo il pendio della montagna.

Nel Parco possono essere praticate numerose attività sportive tra cui il rafting, hydrospeed, la canoa e molto altro ancora.

Il Lago di Piediluco, situato a pochi km dalla cascata, è immerso tra le verdi colline umbre e durante le calde giornate estive offre la possibilità di rigenerarsi grazie al clima mite e fresco della zona. Potrete godervi la bellezza del lago grazie al giro col battello, una mini-crociera che vi permetterà di visitare tutta la zona. Lungo il lago si trova un piccolo villaggio di pescatori.

Durata del tour: 6 ore circa.