Foligno, al centro della Valle Umbra, è uno dei rari centri storici dell'Umbria edificato in pianura. Come attestano iscrizioni e tradizioni religiose, il territorio di Foligno fu abitato da popolazioni umbre. L'etimologia del nome sarebbe da collegarsi ad un'origine sacrale, con riferimento all'esistenza dei culto della dea Fulginia. Anticamente abitata dalle popolazioni umbre, fu successivamente occupata dai romani con la realizzazione della Via Flaminia.

Strategico crocevia, oggi è uno dei centri più popolosi dell'Umbria e importante città d'arte che conserva uno dei pochi esempi di pittura quattrocentesca realizzata in un palazzo gentilizio, Palazzo Trinci, affrescata da Gentile da Fabriano. All'interno del palazzo sono collocati la Pinacoteca, il Museo Archeologico, il Museo dell'Istituzione Comunale, il Museo Multimediale delle Giostre e Tornei. Da visitare la cattedrale di San Feliciano, dedicata al patrono della città risalente al 1333, la chiesa di San Domenico, la chiesa di Santa Maria di Betlem, la chiesa di San Paolo e l'Abbazia di Santa Croce in Sassovivo, uno dei più insigni ed affascinanti monumenti nel territorio di Foligno, arroccata in un idilliaco paesaggio naturale, tra boschi di lecci e olivi secolari.

Appuntamento imperdibile la Giostra della Quintana che ha due edizioni annuali, la Giostra della Sfida e quella della Rivincita (rispettivamente a giugno, in notturna, ed a settembre, diurna).